side-area-logo
trovare investitori per la propria startup

Che cosa serve per trovare investitori?

Trovare investitori è un obiettivo importante per la realizzazione di una startup ma quando l’azienda è solo ancora un’idea non c’è niente che può testimoniare il suo buon funzionamento e successo: nessun bilancio nessun cliente soddisfatto, niente di niente. E allora, come si può riuscire nell’impresa di trovare qualcuno che creda in questo progetto e investa in questa nuova futura startup?

Il primo step è sicuramente quello di scrivere un business plan professionale da presentare agli investitori. Il business plan (piano industriale) è un documento che descrive la business idea (progetto imprenditoriale). Questo piano aziendale al suo interno presenta:

  • gli obiettivi che si vogliono raggiungere e le risorse che si vogliono utilizzare per tale scopo;
  • l’analisi di mercato e dei competitors; 
  • la valutazione dei punti di forza e di debolezza;  
  • le strategie di marketing e comunicazione da seguire. 

Il secondo step è aver pronto l’elevator pitch: si tratta di un discorso sintetico che serve a catturare l’attenzione degli interlocutori quando si sta presentando il proprio progetto, la propria idea, la propria azienda. 

Quando si cercano gli investitori però c’è una cosa davvero importante che non deve assolutamente mancare: la propria convinzione. Bisogna essere sicuri del proprio progetto e saper trasmettere la propria passione e competenza. 

È fondamentale fare in modo che la propria idea risalti sulle altre: deve essere diversa e originale, deve convincere l’investitore a sceglierla. 

Quando si affronta questa fase, dove non c’è niente di concreto ma è ancora tutto da realizzare è necessario non limitarsi a fare da sé ma spendere del denaro e appoggiarsi a degli esperti del mestiere, come noi di Financial Researches, che possano accompagnare e consigliare nel processo.

Ricerca di investitori: la fase pre-seed

Il processo di ricerca di investitori inizia da subito. La fase pre-seed è lo stadio embrionale della startup: c’è un’idea, non ancora del tutto definita ma che inizia a prendere forma, non esiste alcun prodotto e servizio e nemmeno un’azienda strutturata. 

In questo momento è necessario capire:

  1. l’idea può funzionare?
  2. con questo progetto risolvo realmente un problema esistente?
  3. c’è un mercato?

È un’analisi che richiede velocità, efficacia e costi bassi. 

Nella pre-seed i rischi sono più alti e di conseguenza gli investimenti sono bassi. In ogni caso, in questa fase iniziale, è difficile trovare degli investitori, di solito chi si lascia coinvolgere sono amici, famigliari e pazzi. È l’imprenditore stesso a dover investire del denaro per poter realizzare il suo progetto, per fare in modo che la sua idea non resti solo sulla carta ma si realizzi.  Ma deve crederci davvero altrimenti è meglio che si fermi ed eviti di proseguire. 

A questo punto però la strada è ancora lunga: bisogna trovare il team insieme al quale guidare la startup e i fornitori, posizionarsi sul mercato facendo attenzione ai competitors e ai potenziali clienti e decidere il programma di spesa per il lancio della startup.

Ricerca di investitori: la fase seed

La fase seed (seminazione) è forse uno degli stadi più importanti della vita di una startup perché il progetto comincia a diventare concreto, reale. L’idea è ancora tale ma ci sono già i presupposti per la sua realizzazione: il mercato c’è e dei potenziali clienti anche. Servono solo i soldi. È a questo punto che gli investitori diventano davvero necessari perché c’è bisogno di qualcuno che voglia investire in questa nuova azienda che ha tutte le carte in regola per fare successo. 

In questa fase è importante continuare a lavorare sull’idea con il supporto di professionisti che possono indicare la giusta strada e aiutare a costruire il business plan da utilizzare nella ricerca di investitori. 

L’imprenditore non deve pensare di raccogliere subito milioni, all’inizio non è così semplice ottenere cifre alte da poter investire nella propria azienda perché agli investitori non piace perdere e quindi vanno conquistati non a parole ma sul campo.

In che modo si possono cercare gli investitori?

Gli investitori si possono cercare in due modi:

  • l’imprenditore si affida a Google cercando alla voce “Business Angels Italia” o similari e si premura di cercare un contatto, evitando di mandare solo una semplice mail con in allegato il business plan perché potrebbe non venire mai letta;
  • l’imprenditore delega qualcun altro quindi si affida a dei professionisti che in cambio di un compenso si impegnano a cercare gli investitori.

È opportuno sottolineare che non ci sono garanzie che un professionista riesca a trovare degli investitori perché l’ultima parola spetta a quest’ultimi che non finanzieranno mai un progetto che non reputano possa funzionare.  Sicuramente le probabilità che un esperto riesca nell’impresa sono più alte (da 10% al 50%) rispetto a quelle di chi decide di cavarsela da solo (1%).

Come già detto sopra ma è meglio continuare a sottolinearlo, l’imprenditore deve essere disposto a impiegare denaro per poter raggiungere gli obiettivi prefissati e deve dimostrare di credere veramente nel suo progetto. 

Il nostro metodo di lavoro

Il nostro metodo di lavoro è preciso e funzionale. L’obiettivo è aiutare gli imprenditori a realizzare la loro idea e trovare gli investitori che servono per dar vita alla startup e ci impegniamo per raggiungere lo scopo seguendo gli step elencati sotto:

  • scrivere il business plan;
  • scrivere l’elevator pitch (sia in italiano che in inglese);
  • mandare i documenti agli investitori (sia italiani che stranieri);
  • fissare contatti face to face o virtuali con i possibili investitori;
  • registrare le loro osservazioni;
  • accompagnare l’imprenditore in tutto il processo;
  • essere presenti al fianco dell’imprenditore durante i colloqui con gli investitori;
  • fare una valutazione dei rischi (due diligence).

Come professionisti del settore non accettiamo di cercare investitori utilizzando un business plan che non è stato scritto da noi perché vogliamo affidarci a ciò che conosciamo bene in modo tale da poter evitare di incorrere in qualunque tipo di problema e se dovesse capitare riuscire a risolverlo nel minor tempo possibile. 

Da esperti valutiamo attentamente il progetto prima di accettare il lavoro perché preferiamo puntare su quelli che ci danno l’impressione possano avere maggiori possibilità di successo.


PER INFORMAZIONI SUI

BUSINESS PLAN

FISSA UN APPUNTAMENTO

business plan fissa un appuntamento

Clicca nel pulsante qui sotto per fissare un colloquio telefonico

oppure COMPILA IL FORM PER ESSERE RICONTATTATO

    Nome (richiesto)

    Cognome (richiesto)
    Città (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Recommend
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIN
    • Pinterest
    Share
    Tagged in