side-area-logo
Fondo per l’intrattenimento digitale

Vuoi scoprire meglio il fondo per l’intrattenimento digitale? Sei capitato nel posto giusto, leggi questo articolo e scopri a cosa serve e come ottenerlo.

Da sempre sei un appassionato di videogames e hai voglia di crearne uno? Oppure hai creato un’azienda che si occupa di creazioni di questi videogames? Allora sei capitato nel posto giusto, oggi parleremo proprio di un fondo particolare che interessa i creatori di videogiochi. Scopriremo di cosa si tratta, di chi può richiederlo e delle modalità di richiesta idonee per presentare la domanda.

Che cos’è il fondo per l’intrattenimento digitale?

Il fondo per l’intrattenimento digitale è un particolare incentivo che va a favore dell’idealizzazione e della pre-produzione di un videogioco. Questo fondo istituito con il Decreto Crescita è promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico e viene gestito da Invitalia. (art. 38, comma 12). Il fondo prevede una dotazione totale di 4 milioni di euro che saranno messi a disposizione di imprese che si trovano a lavorare nello spazio europeo ma che hanno la residenza fiscale in Italia. Questo particolare fondo prevede un contributo a fondo perduto del 50% delle spese e dei costi ammissibili, e per ogni azienda è possibile finanziare un massimo di 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari. 

A chi si rivolge?

Come abbiamo anticipato si rivolge ad aziende che si occupano di idealizzazione e pre-produzione di videogiochi, sappiamo bene oggi quanto sia elevata la produttività di questo settore e di come sia sempre in continua crescita. Le aziende devono lavorare nello spazio economico europeo ma devono avere la residenza fiscale in Italia. 

Ecco l’elenco completo dei requisiti di un’impresa per poter accedere al fondo:

  • Essere iscritte e costituite al registro delle imprese della Camera di Commercio di competenza. 
  • Operare nel settore Edizione di Software o produzione software, consulenza informatica e attività connesse. 
  • Devono avere una sede completamente operativa in Italia a cui sia possibile ricondurre un prototipo.
  • Si deve avere un capitale sociale minimo versato e un patrimonio netto che non sia inferiore ai diecimila euro. Vale sia per le imprese costituite come società di capitali che per quelle individuali o per società di persone. 
  • Non avere alcuna sanzione per interdittiva.
  • Devono essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non si devono trovare in uno stato di fallimento o liquidazione volontaria, amministrazione controllata, concordato preventivo. 
  • Garantire, nel caso in cui l’azienda si occupi di più settori, che le somme saranno utilizzate solo ed esclusivamente per ciò che prevede il fondo. 

Cosa è possibile finanziare

I progetti finanziabili sono quelli che prevedono l’intrattenimento digitale e l’ideazione e pre-produzione di videogiochi, inoltre i progetti devono:

  • Realizzare un singolo prototipo destinato all’uso commerciale
  • Realizzare il prototipo in Italia.
  • Costi ammissibili non superiori ai 200.000 euro.
  • Essere avviati dopo la presentazione della domanda.
  • Essere realizzati entro 18 mesi dal ricevimento dei fondi. 

Le spese che possono essere considerate ammissibili sono:

  • Costi che riguardano le prestazioni lavorative che sono svolte dal personale dell’impresa, quindi sia personale dipendente che in collaborazione con contratto a progetto o di somministrazione lavoro.
  • Costi per la prestazione professionali di liberi professionisti o imprese per servizi di consulenza o altro.
  • Attrezzature tecniche di nuova fabbricazione per la realizzazione del prototipo nella misura e nel tempo in cui viene impiegato per la realizzazione del progetto. 
  • Licenze di software che vengono acquistate per la realizzazione di un progetto sempre nel periodo che interessa la creazione del prototipo. 

Come fare la domanda?

La domanda per il fondo per l’intrattenimento digitale va presentata a partire dal 30 giugno 2021 dalle ore 12.00. Per presentarla sarà necessario utilizzare la piattaforma dedicata ed accedervi attraverso l’utilizzo di un’identità SPID. Per presentarla è necessario avere anche una posta elettronica certificata (PEC). Le domande vengono scansionate in ordine cronologico e per ciascun soggetto è possibile presentare un massimo di due domande per l’accesso all’agevolazione che devono riguardare due prototipi differenti.

Cosa facciamo noi?

Noi da sempre ci occupiamo di aiutare le imprese a ricevere i fondi di cui hanno bisogno. Quindi puoi avvalerti della nostra azienda per riuscire a richiedere nel modo corretto il Fondo per l’intrattenimento digitale. La nostra società si occuperà di realizzare, compilare e formulare tutta la documentazione necessaria che ti permetterà di raggiungere l’obiettivo desiderato e riuscire così a realizzare il tuo prototipo. 


PER INFORMAZIONI SUI

BUSINESS PLAN

FISSA UN APPUNTAMENTO

business plan fissa un appuntamento

Clicca nel pulsante qui sotto per fissare un colloquio telefonico

oppure COMPILA IL FORM PER ESSERE RICONTATTATO

    Nome (richiesto)

    Cognome (richiesto)
    Città (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Recommend
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIN
    • Pinterest
    Share
    Tagged in