side-area-logo

Fondo Imprese Creative

Il Fondo imprese creative è l’incentivo nazionale che finanzia i progetti nel settore culturale e creativo proposti da micro, piccole e medie imprese, nuove o già avviate.

Il Fondo è promosso dal Ministero dello Sviluppo economico, insieme al Ministero della Cultura. La gestione è affidata a Invitalia.

Qual è il suo obiettivo

Il fondo ha come obiettivo quello di promuovere la nuova imprenditorialità e lo sviluppo di imprese del settore creativo, attraverso contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati e combinazioni dei due. Le risorse del fondo saranno destinate a promuovere la collaborazione delle imprese del settore creativo con le imprese di altri settori produttivi attraverso contributi sotto forma di vaucher, da destinare all’acquisto di servizi prestati da imprese creative, ovvero per favorire processi di innovazione. Il fondo è destinato a sostenere la crescita delle imprese del settore anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi; a beneficio esclusivo delle start-up innovative.

Cosa si intende con settore creativo

Per Inivitalia, il settore creativo comprende le attività dirette allo sviluppo, alla creazione, alla produzione, all diffusione e alla conservazione dei beni e servizi che costituiscono espressioni culturali, artistiche o altri tipi di espressione. In particolare, le espressioni relative all’architettura, agli archivi, alle biblioteche, ai musei, all’artigianato agricolo, all’audiovisivo; compresi cinema, televisione e contenuti multimediali. Inoltre, comprende anche le espressioni che avvengono tramite i software, i videogiochi, il design, la musica, la letteratura e le arti dello spettacolo in generale. Infine anche l’espressione radiofonica, delle pubblicità, della comunicazione, come per le arti visive e per l’editoria. Tutto ciò che prende vita sottoforma di patrimonio culturale materiale ed immateriale, viene considerata attività del settore creativo.

Perciò un impresa creativa, è l’impresa che opera in questo settore, la cui attività, come risultante dal Registro dell Imprese, si classifica tra almeno una delle categorie sopra elencate.

A chi si rivolge – destinatari e requisiti richiesti

Il Fondo è rivolto sia al supporto della nascita e dello sviluppo di imprese creative, che a tutte alle imprese di qualunque settore che intendono un supporto specialistico nel settore creativo. Nel primo caso, possono  presentare la domanda le imprese creative, in forma singola o nell’ambito di progetti integrati. I progetti integrati possono essere presentati da un numero di imprese pari almeno a 2, cui possono partecipare anche imprese non creative con un ruolo non ponderante. Le imprese proponenti devono essere classificate come PMI creative e svolgere almeno una delle attività economiche elencate nel paragrafo precedente. Inoltre, possono presentare la domanda le persone fisiche, purché costituiscano un azienda creativa entro i termini previsti dalla normativa del bando. Nel secondo caso, possono presentare la domanda anche le imprese in possesso di specifici requisiti al momento della domanda di ammissione al Fondo. Ovvero, quelle imprese operanti in qualsiasi settore che prevedono di acquistare un supporto di tipo specialistico del settore creativo, purché siano classificabili come micro o piccole medie imprese, ed essere regolarmente costituite ed iscritte nel registro delle imprese.

Cosa Finanzia

Il Fondo imprese creative finanzia progetti fino a 500.000 euro – considerando sia le spese di investimento che il capitale circolante – finalizzati alla creazione, sviluppo e consolidamento delle imprese creative, da realizzare in 24 mesi.

Le agevolazioni:

finanziamento agevolato a tasso zero, fino al 40% della spesa ammessa contributo a fondo perduto fino al 40% della spesa ammessa
Le imprese devono finanziarie con risorse proprie la quota non coperta dalle agevolazioni.

Alcuni esempi di spese finanziabili sono, impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica, componenti hardware e software, brevetti, marchi e licenze, certificazioni, know-how e conoscenze tecniche direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa ed opere murarie nel limite del 10% del programma complessivamente considerato ammissibile

Invece, alcuni esempi di capitale circolante sono: materie prime, servizi necessari allo svolgimento delle attività dell’impresa, godimento beni di terzi e costo del lavoro dipendente assunto a tempo indeterminato

 

Presentare la domanda per il fondo impresa creativa

Financial researches, si occupa in particolare di piccole realtà aziendali, e si prende l’impegno di seguire le PMI e start-up del settore creativo nella fase di compilazione e di presentazione della domanda. Al fine di aumentare le possibilità di assicurarsi i fondi, ti seguiremo in questo percorso a 360 gradi, a partire dalla presentazione del piano di impresa, fino al caricamento dei documenti sul sito di Invitalia. La fase di presentazione della domanda si dividerà in  due parti. La prima destinata alla compilazione della domanda stessa, a partire dalle 10.00 del 20/06/2022. Per questo passaggio servirà fornire il piano d’impresa ed eventuali allegati.

La seconda fase, l’invio della domanda, sarà aperta dalle 10.00 del 05/07/2022.La procedura si concluderà con l’assegnazione del numero di protocollo e l’attestazione di avvenuta presentazione della domanda.

 


PER INFORMAZIONI SUI

BUSINESS PLAN

FISSA UN APPUNTAMENTO

business plan fissa un appuntamento

Clicca nel pulsante qui sotto per fissare un colloquio telefonico

oppure COMPILA IL FORM PER ESSERE RICONTATTATO

    Nome (richiesto)

    Cognome (richiesto)
    Città (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Recommend
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIN
    • Pinterest
    Share
    Tagged in