side-area-logo

BUSINESS PLAN

Il Business plan è uno strumento che serve per per tradurre le idee imprenditoriali in progetti esecutivi. Il suo obiettivo primario è di valutare tutti gli aspetti del progetto, individuare eventuali criticità e risolverle. Viene usato per:

  • Analizzare a fondo il progetto imprenditoriale
  • Presentare il progetto a investitori (business angels, venture capitalist, ecc.)
  • Cercare soci
  • Partecipare a bandi di finanza agevolata (Invitalia, ecc.)
  • Ottenere finanziamenti bancari

I NOSTRI BUSINESS PLAN

I nostri business plan sono diversi. Perché prima di scriverli abbiamo passato anni dall’altra parte della “barricata” a valutarli per conto di investitori e banche d’affari. Quindi sappiamo cosa, come e dove scrivere.

I contenuti di un business plan professionale:

A secondo della destinazione d’uso, un business plan può contenere

 

  • Descrizione del progetto, sei soci e dei prodotti/servizi offerti
  • Piano di marketing;
  • Gestione contabile (break-even point)
  • Risk Management;
  • Area strategica;
  • Finanza aziendale;
  • Valutazione aziendale;

Ricerche di mercato:

Vengono condotte per testare un determinato prodotto/servizio sul mercato. Sono previsioni, ovviamente ma seguono sempre delle logiche economico-statistiche ben definite. Analizziamo i dati forniti da centri di ricerca governativi o privati, stimiamo le serie storiche e le proiettiamo nel futuro utilizzando rigorosi criteri matematico-statistici. Insomma, sappiamo di quel che parliamo e non mettiamo numeri a caso.

Marketing:

Scriviamo il piano di marketing (prodotto, prezzo, distribuzione e pubblicità) insieme al cliente. Lo consigliamo ed adattiamo la strategia più adatta alle sue esigenze. Analizziamo i target e i principali competitor

Gestione contabile:

Analizziamo il costo unitario, il break-even point ed il margine di contribuzione. Consigliamo al cliente cosa, quanto e dove produrre. Dati alla mano.

Risk Management:

Usiamo la matrice dei rischi per individuare tutte le possibili minacce che possono gravare sull’attività. Quando il rischio è moderato/elevato consigliamo la strategia per mitigarlo. Non consegniamo mai un business plan se tutti i potenziali rischi non sono stati portati a livelli accettabili.

Area strategica:

Cosa vendi? A chi? In che modo? Perché?

Sembrano domande banali ma sono alla base del lancio di una nuova impresa o di un nuovo prodotto. Le risposte devono essere chiare e convincenti, altrimenti è meglio lasciar stare

E poi ancora utilizziamo l’analisi SWOT e l’analisi delle forze esterne del Prof. M. Porter

Area finanziaria:

Ogni nostro business plan proietta l’attività avanti di 5 anni e per ogni anno scriviamo:

  • Conto economico;
  • Stato patrimoniale;
  • Flussi di cassa (variazioni nette e cassa a fine anno);

Valutazione:

  • Valutazioni aziendale (quanto vale il progetto? O l’azienda? Pre-money e post money value). E ancora: quanto ti serve? Quanto partecipazione sei disposto ad offrire in cambio?

Esistono più metodi di valutazione. Nei nostri business plan utilizziamo la metodologia più congrua agli obiettivi che il Cliente si prefigge.  Per approfondimenti vedi la nostra pagina dedicata

Chi può scrivere un business plan?

  1. L’imprenditore, ma solo se hai competenze specifiche. Le improvvisazioni non sono ammesse. E in questo caso c’è sempre il rischio del «Bias», cioè di essere troppo coinvolti emotivamente per valutare con obiettività.
  2. Noi, ovviamente o altri studi specializzati.
  3. Alcuni studi di Commercialisti. Ma il Dottore Commercialista è una figura professionale specializzata nel Diritto tributario. Non sempre ha le competenze per questo tipo di lavoro e rischia di scrivere un business plan, formalmente ineccepibile  ma troppo accademico e lontano dalle richieste/domande degli investitori.
  4. Università: vedi punto 3.

Chi non può:

  1. Il cugino alla lontana, l’amico al secondo anno di Economia o il salumiere di fiducia. Esageriamo, ma non troppo.

Il mentoring

Nella stesura di un business plan la parte fondamentale è la consulenza. Per questo motivo diamo attività di mentoring illimitata fino alla consegna del business plan

TIPOLOGIA E COSTI

I prezzi sono IVA inclusa e comprendono attività di mentoring illimitata fino a consegna del business plan

Pricing list
Business plan per finanziamenti bancari
€ 990,00
Sezioni comprese: 1. Descrizione dell'azienda 2. Descrizione dei soci fondatori 3. Descrizione del prodotto/servizio offerto 4. Piano di marketing 5. Gestione contabile: • Break-even point (se applicabile) 6. Bilanci previsionali • Conto economico • Stato patrimoniale • Cash flow con sostenibilità dell'investimento
Pricing list
Business plan per start-up (con richiesta in equity < € 50.000 o verso FFF)
€ 1.200,00
Sezioni comprese: 1. Descrizione dell'azienda 2. Descrizione dei soci fondatori 3. Descrizione del prodotto/servizio offerto 4. Piano di marketing 5. Gestione contabile: • Break-even point (se applicabile) 6. Bilanci previsionali • Conto economico • Stato patrimoniale • Cash flow 7. Valutazione aziendale col metodo dei multipli 8. Struttura del capitale sociale 9. Analisi SWOT
Pricing list
Business plan per start-up e desk per investitori
€ 3.900,00
Comprende: 1. Descrizione dell'azienda 2. Descrizione dei soci fondatori e del team 3. Descrizione del prodotto/servizio offerto 4. Analisi del mercato e del contesto competitivo 5. Piano di marketing 6. Gestione contabile: • Break-even point (se applicabile) • Analisi dei costi fissi e variabili 7. Risk management: • Matrice dei rischi • Analisi PEST 8. Area strategica • Analisi delle forze esterne • Analisi SWOT 9. La struttura del capitale 10 Calcolo del valore aziendale, del post-money e del pre-money col metodo dei DCFs 11. Round di finanziamento 12. Stime economico-finanziarie • Conto economico • Stato patrimoniale • Cash flow
Pricing list
Business plan per investitori e domanda di finanziamento a Invitalia
€ 5.512,00
Comprende: 1. Descrizione dell'azienda 2. Descrizione dei soci fondatori e del team 3. Descrizione del prodotto/servizio offerto 4. Analisi del mercato e del contesto competitivo 5. Piano di marketing 6. Gestione contabile: • Break-even point (se applicabile) • Analisi dei costi fissi e variabili 7. Risk management: • Matrice dei rischi • Analisi PEST 8. Area strategica • Analisi delle forze esterne • Analisi SWOT 9. La struttura del capitale 10 Calcolo del valore aziendale, del post-money e del pre-money col metodo dei DCFs 11. Round di finanziamento 12. L’investimento richiesto e la distribuzione degli utili 13. Stime economico-finanziarie • Conto economico • Stato patrimoniale • Cash flow • Analisi per margini • Analisi per indici di liquidità, profittabilità ed efficienza Sezione Invitalia comprende: 1) La compilazione del piano di impresa 2) La compilazione della domanda online 3) l'upload di tutta la documentazione sul sito di Invitalia 4) l'assistenza fino a finanziamento ottenuto
Pricing list
Business plan corporate (per aziende con fatturato > 10 mln di euro o richieste in equity > 5 mln di euro)
Contattare lo studio
Comprende: 1. Descrizione dell'azienda 2. Descrizione dei soci fondatori e del team 3. Descrizione del prodotto/servizio offerto 4. Analisi del mercato e del contesto competitivo 5. Piano di marketing 6. Gestione contabile: • Break-even point (se applicabile) • Analisi dei costi fissi e variabili 7. Risk management: • Matrice dei rischi • Analisi PEST 8. Area strategica • Analisi delle forze esterne • Analisi SWOT 9. La struttura del capitale 10 Calcolo del valore aziendale, del post-money e del pre-money col metodo dei Discounted Cash Flows (DFCs) 11. Round di finanziamento 12. L’investimento richiesto e la distribuzione degli utili 13. Stime economico-finanziarie • Conto economico • Stato patrimoniale • Cash flow • Analisi per margini • Analisi per indici di liquidità, profittabilità ed efficienza

Per info clicca sul pulsante qui sotto per fissare un colloquio telefonico

oppure aziona la messaggeria WhatsApp cliccando sul pulsante verde a sinistra